aprile 19, 2016

Itinerari

Se decidete di noleggiare una E-BIKE seguendo uno dei nostri itinerari caricati sul NYON vi chiediamo di scegliere prima di tutto che Biker siete...Infatti per accontentare tutti abbiamo diviso gli itinerari in due macro gruppi

Family Tour

Itinerari  “FAMILY TOUR” hanno le seguenti caratteristiche:

  • sono adatti a tutti
  • richiedono un esperienza ciclistica minima
  • hanno un basso livello di difficoltà
  • dislivello massimo 600 mt
  • sono tour panoramici e gratificanti

Expert Tour

Itinerari  “EXPERT TOUR” hanno le seguenti caratteristiche:

  • contengono passaggi tecnici
  • richiedono un esperienza ciclistica media
  • hanno un medio livello di difficoltà
  • dislivello superiore ai 600 mt
  • sono tour panoramici ed emozionanti

Ok! Avete deciso chi volete essere oggi in sella alla vostra E-BIKE? Benissimo, non resta che scegliere la destinazione..

Destinazione Amiata

Destinazione Amiata, per pedalare all’interno dei sentieri del piu’ grande polmone verde d’Italia. La faggeta piu’ estesa d’Europa e’ pronta a riscaldarvi con i suoi colori in autunno, rinfrescarvi con il suo verde in estate e stupirvi con una primavera ricca di colori e di vita. Sul Monte Amiata proponiamo percorsi per tutti i gusti e tutti i livelli di preparazione. Potrete giungere in vetta per una passeggiata sopra la bocca del Vulcano ormai addormentato e godere di panorami mozzafiato, oppure potrete pedalare per km rimanendo sempre alla stessa quota altimetrica. Potrete arrampicarvi in vetta per poi tuffarvi in discese tecniche e ricche di adrenalina. Potrete sostare nei rifugi (convenzionati con noi) per uno spuntino, un aperitivo o una merenda, nel frattempo metteranno a vostra dispozione se necessario la possibilità di ricaricare la vostra E-Bike. Insomma sull’Amiata avete una “montagna” di spazio per il vostro divertimento..

Destinazione Bagni San Filippo

Destinazione Bagni San Filippo, per scoprire un luogo incantato, dove l’erosione dell’acqua calcarea ha creato ciò che l’uomo non potrebbe mai realizzare..ma solo ammirare. Natura e tempo hanno dato origine a questo luogo visitato ogni anno da migliaia di persone provenienti da tutta Europa. Noi vi offiramo la possibilità di raggiungerlo in E-Bike, per sostarvi e godersi un bagno caldo, rilassante ricco di benefici per il vostro corpo. I locali convenzionati del borgo di San Filippo sono a vostra disposizione per uno spuntino, un aperitivo o una merenda, offrendo gratuitamentDestinazione Amie la possibilità (se necesario) di ricaricare la vostra E-Bike.

Destinazione riserva naturale del Pigelleto

Destinazione riserva naturale del Pigelleto, per scoprire uno dei rarissimi insediamenti appenninici dove cresce spontaneamente l’abete Bianco detto Pigello. E’ possibile ammirare, pedalando all’interno della riserva, gli abeti Bianchi che uniti ad una folta vegetazione ad alto fusto hanno contribuito a mantenere intatto nel tempo l’habitat ideale per moltissime specie di rapaci di grandi dimensioni. E’ possibile osservare il Barbagianni, il Nibbio, il Falco Pellegrino, la Civetta, la Poiana. Restando con lo sguardo “a terra” la fauna presenta molti ungolati, quali il cinghiale, il daino, il capriolo, ma anche istrici, volpi e tassi. Non resta che fermarsi ed osservare..

Destinazione sorgente acqua del Vivo d'Orcia

Destinazione sorgenti acqua del Vivo d’Orcia, alla scoperta del borgo più alto della comunità Amiatina, dove si formano le acque che dissetano gran parte della provincia di Siena. Un esperienza bellissima per un itinerario che vi condurrà all’Ermicciolo. Vivo d’Orcia è la splendida frazione di Castiglion d’Orcia incastonata in una valle fuori del tempo. Sotto il castello scorre il fiume Vivo, le cui sorgenti sgorgano in località Ermicciolo. Lungo il torrente, a partire dal Medioevo, furono costruiti mulini, cartiere, ferriere e, negli anni ’20 del secolo scorso, una prima centrale elettrica che sfruttava l’energia idrica.

Destinazione cinabro alla scoperta delle miniere Amiatine

Destinazione cinabro alla scoperte delle miniere Amiatine, in particolare la miniera Il Siele ha mantenuto a lungo i caratteri di un vero e proprio villaggio minerario con il palazzo della direzione, i manufatti e gli impianti industriali funzionali alla estrazione, lavorazione e distillazione del cinabro, le abitazioni dei tecnici e dei dirigenti, una piccola scuola primaria, la cappella, lo spaccio, un’infermeria, le docce e gli altri edifici utili all’attività mineraria e alla vita delle famiglie dei tecnici che lo hanno abitato.
Tra gli edifici recuperati si staglia l’intrigo inquietante dei tubi e delle torri dei forni Pacific con accanto l’edificio della frantumazione del cinabro e nei pressi il palazzetto dei neri con i suoi austeri archi di trachite. Di fronte, le abitazioni dei tecnici e dei dirigenti – balconi protesi dirimpetto la lussureggiante collina. Su in alto sopra il cancello d’ingresso domina con la sua austera grazia la villa che ospitò i Rosselli e a sinistra, quasi in fondo al grande spiazzo, si apre il tunnel della galleria Emilia aperta ai visitatori nel suo primo tratto fino al pozzo Raffaello, uno dei più profondi con i suoi 350 metri sotto il livello del suolo.

Destinazione via Francigena

Destinazione via Francigena, per percorrere le suggestive strade della antichissima via. In particolare e’ possibile percorrere il tratto che collega Abbadia San Salvatore a Radicofani, percorrendo il tratto di Callemala. “L’antichissima Via Francigena, anche se probabilmente meno controllata e più insicura, risultava però più rapida e breve per chi voleva raggiungere Roma passando per  la valle e per Voltole. E infatti sappiamo che per il Giubileo del 1300 uomini di Abbadia e di Radicofani attrezzarono nell’area di Callemala capanne e punti di ristoro per quei pellegrini che transitavano sull’antico tracciato. Anche il mercante Barthèlemy Bonis de Mountauban, partito a cavallo da Avignone per il Giubileo del 1350, si fermò in uno dei punti di accoglienza posti vicino al mulino di Paglia in contrada Callemala. Le soste di questo personaggio lungo l’importante arteria corrispondono peraltro ad una sorta di guida approntata dalla corte pontificia per facilitare il percorso di pellegrini. Quindi ancora per tutto il medioevo tra la Val d’Orcia e la Val di Paglia si potevano utilizzare due vie significative per raggiungere Roma”

Okkey abbiamo fatto un elenco interessante di "possibili destinazioni". Ogni meta e' raggiungibile in piu' modi e con livelli diversi di difficoltà. Per ogni "Destinazione" riportata nella pagina abbiamo molti molti percorsi da proporre. Quando parliamo di locali convenzionati, significa che offrono la disponibilità di un supporto per ricaricare la batteria della E-Bike. Ovviamente dovete avere con voi il caricabatteria che deve essere richiesto in fase di ritiro della Fat-bike. Se volete vi possiamo assistere nella vostra avventura, per farla diventare anche nostra e coinvolgervi attivamente nella scoperta del territorio e della sua storia, garantendo l'assistenza sul percorso.
Toscanainbike.it che esperienza!!